Procedura esecutiva irregolare, una vittoria dello Studio Legale Parente

procedure esecutive

Nell’espletamento di un mandato difensivo articolato lo Studio Legale Parente ha affrontato una procedura esecutiva avente ad oggetto non solo questioni civilistiche. Gli avvocati hanno affrontato ed approfondito, anche in termini investigativi, profili anomali rispetto al corretto adempimento dell’incarico del delegato alla vendita nominato dal Giudice. La procedura in materia esecutiva prevede l’indizione di incanti […]

La Corte di Appello di Perugia riconosce l'equa riparazione per un ricorso amministrativo di durata non ragionevole.

La Corte di Appello di Perugia ha condannato il Ministero dell'Economia e delle Finanze a corrispondere ad un Agente di P.P. una equa riparazione per un ricorso amministrativo durato circa dieci anni. Il Collegio giudicante ha ritenuto che “deve ritenersi sussistente il danno non patrimoniale ogniqualvolta non ricorrano, nel caso concreto, circostanze particolari che facciano […]

E' indennizzabile l'infortunio (in itinere) occorso al lavoratore che nell'allontanarsi dalla sede aziendale abbia scelto di percorrere una strada sconsigliata perchè pericolosa

Cassazione Civile, Sezione Lavoro, 18 maggio 2009 n.11417. Con la sentenza n.11417/09 la Corte di Cassazione, nel ribadire il principio per cui l'indennizzabilità degli infortuni sul lavoro incontra il limite del rischio elettivo, che si verifica solo in presenza di un comportamento abnorme ed estraeno alle finaltà produttive, ha statuito che non può essere considerato […]

Viola il dovere contrattuale di correttezza e buona fede il lavoratore che espleta altre attività (lavorative ed extralavorative) durante lo stato di malattia

Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, 21 aprile 2009 n. 9474. Con la sentenza 9474/09 la Corte di Cassazione ha statuito che costuituisce violazione dei doveri contrattuali di correttezza e buona fede nell'adempimento dell'obbligazione lavorativa, lo svolgimento, da parte del lavoratore, durante lo stato di malattia, di altre attività lavorative e non (quale quella di recarsi […]

L’inadempimento dell’obbligo di esatta informazione da parte del sanitario fa sorgere ipso facto il diritto del paziente al risarcimento del danno

La violazione del diritto ad essere esaurientemente informati costituisce la lesione del diritto ad autodeterminarsi ossia di un diritto della personalità con fondamento costituzionale. La responsabilità del sanitario deriva dal semplice fatto di aver praticato al paziente un intervento senza averlo reso edotto delle possibili conseguenze negative dello stesso. Al riguardo, la Suprema Corte ha […]

Persone giuridiche e risarcimento del danno da irragionevole durata del processo

Il più recente orientamento di legittimità, alla luce della giurisprudenza della Corte Europea dei diritti dell'uomo, è nel senso del riconoscimento del danno non patrimoniale, inteso come danno morale soggettivo, anche a favore delle persone giuridiche, in caso di violazione del diritto alla ragionevole durata del processo. In altri termini, “Anche alle persone giuridiche spetta […]