Con pronuncia definitiva il TAR Lazio ha accolto il ricorso presentato da un Agente di P.P. contro l'atto con cui il Ministero della Giustizia gli aveva negato il trasferimento da Ferrara a Bari per assistere la suocera disabile.Nello specifico, il Tribunale ha riconosciuto che “la esclusività assistenziale ha cessato di essere elemento costitutivo della fattispecie di cui all'art. 33 a seguito della novella introdotta con l'art. 24 della legge 183 del 2010”.

Condividi questo articolo