GdF

È stato pubblicato il bando di concorso della Guardia di Finanza per 15 tenenti in SPE (Servizio Permanente Effettivo) nel ruolo TLA (Tecnico-Logistico-Amministrativo).

I 15 posti disponibili sono così divisi:

  • 3 per amministrazione;
  • 1 per commissariato;
  • 4 per telematica;
  • 3 per infrastrutture;
  • 1 per motorizzazione – settore navale;
  • 3 per sanità.

Per poter partecipare al concorso bisogna presentare la domanda entro il 27 febbraio 2022.

La domanda per partecipare al concorso dovrà essere presentata utilizzando solamente la procedura indicata sul portale dei concorsi della Guardia di Finanza.

Il Concorso prevede le seguenti fasi:

– prova preliminare (test logico-matematici e culturali);

– prova scritta di cultura tecnico-professionale;

– valutazione dei titoli di merito;

– accertamento dell’idoneità psico-fisica;

– accertamento dell’idoneità attitudinale al servizio incondizionato nella Guardia di finanza, in qualità di ufficiali in servizio permanente effettivo del ruolo tecnico-logistico-amministrativo;

– prova orale;

– prova facoltativa di una lingua straniera.

Oltre al possesso della cittadinanza italiana ed altri requisiti, meglio specificati nel bando, tra i requisiti previsti vi è l’essere in possesso di una laurea magistrale relativa alla singola specialità per cui si fa domanda e il non aver compiuto il 32° anno di età alla data di scadenza del bando o il 45° anno di età se militari del Corpo appartenenti ai ruoli ispettori, sovrintendenti, appuntati e finanzieri.

Inoltre, i concorrenti per la specialità “sanità” devono essere inoltre iscritti all’albo dei medici-chirurghi. I concorrenti per la specialità “infrastrutture”, invece, devono essere in possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione connessa al titolo di studio richiesto.

Se sei interessato a partecipare al bando ma non hai i requisiti, come ad esempio quello dell’età, o non hai superato una delle prove puoi contattare il nostro Studio e verificare se sussistono i presupposti per impugnare il bando o l’esclusione.

Lo Studio Legale Parente ha già ottenuto numerose pronunce favorevoli sia in relazione a concorsi per l’accesso ai corpi armati che prevedevano una disparità di trattamento in forza di età o per mancato superamento di una o più prove.

Forte della enorme esperienza maturata negli anni, lo Studio Legale Parente è pronto ad aiutarti nella difesa dei tuoi diritti, compresa l’esclusione dal concorso. Chiamaci anche solo per un consulto. Il nostro Studio punta sempre al raggiungimento dell’obiettivo.

Contattaci: 06.42020421

Scrivici a info@studiolegaleparente.com

Condividi questo articolo