Il Consiglio di Stato . Sez. IV, con Ordinanza n. 3576/08, ha acolto l'istanza cautelare e ha sospeso l'efficacia della sentenza con cui il TAR Lazio aveva rigettato il ricorso avanzato contro il diniego di trasferimento legge 104/92 per mancanza del requisito dell'esclusività. Questo studio ha dimostrato che il TAR aveva errato nel ritenere che il padre dell'Agente potesse essere assistito a rotazione da tre parenti, uno dei quali addirittura era deceduto un anno prima.

Condividi questo articolo