Dopo una lunga attività istruttoria in sede giudiziale e stragiudiziale, tesa a dimostrare l'infondatezza della carenza di posti assunta dal DAP a fondamento del diniego di trasferimento, questo studio legale, dimostrando il diverso trattamento riservato ad altri colleghi provenienti dalle CC.CC. di Lodi ed Ascoli Piceno, ha indotto l'Amministrazione a marzo 2010 a tornare sui propri passi disponendo il trasferimento prima negato.

Condividi questo articolo