Finalmente il Consiglio di Stato ha definitivamente accertato l'illegittimità dei bandi di concorso del Ministero della Difesa riservati ai VFP1 con i quali si obbligano i candidati a produrre, a pena di esclusione, lo stato di servizio il giorno in cui si sostiene la prova a quiz.Con la sentenza in oggetto un giovane aspirante VFP4 è stato riammesso alla selezione in quanto il Giudice ha ritenuto che “il bando di concorso non può legittimamente prevedere, quale causa di esclusione, la mancata consegna di documenti recanti attestazioni di fatti … in ordine ai quali è la stessa amministrazione …. ad avere il potere di certificazione”.

Condividi questo articolo