Capo Arma nel Btg Alpino – Paracadutisti “Monte Cervino”, pluri – elogiato e pluri – decorato, impiegato in Afghanistan si vede costretto ad incardinare nell'aprile del 2008 un ricorso al TAR Lazio contro il Ministero della Difesa che ha negato, per il tramite del Comitato di Verifica, la dipendenza da causa di servizio della neoplasia plurirecidevante da cui è affetto e che ad oggi ha comportato oltre 15 interventi chirurgici in un noto policlinico romano.A seguito di un'estenuane attività istruttoria protrattasi per due anni, nel corso della quale questo studio legale si è avvalso della consulenza di professori universitari, che hanno analizzato i frammenti del tessuto prelevato, e di un Generale b. a ris.,artificiere, è riuscito ad ottenere un importante riconoscimento da parte della C.M.O. di Caserta. Il predetto organo sanitario ha ammesso la sussistenza di un danno derivante da esposizione a sostanze nocive che ha determinato una invalidità pari al 40% della idoneità psico-fisica.

Condividi questo articolo