Limite di età illegittimo. Spetta l’innalzamento al militare volontario (VFP1). Il Consiglio di Stato ha confermato una sentenza favorevole del TAR Lazio con cui ad un cliente dello Studio Legale Parente era stato consentito di partecipare al concorso VFP1 oltre il limite fissato dai bandi a 25 anni. Il giovane, assistito dall’avvocato Giovanni Carlo Parente, dopo aver prestato servizio militare volontario come VFP1 si era congedato. Successivamente aveva chiesto di poter partecipare ad un nuovo concorso per volontario in ferma annuale, grazie all’innalzamento cui aveva diritto per il periodo in cui era stato militare.

Il Ministero della Difesa ha rifiutato la richiesta perchè l’innalzamento sarebbe stato previsto esclusivamente per i concorsi del personale civile.

Spetta, invece, per il Consiglio di Stato, l0innalzamento del limite di età.

Analoga vittoria era stata ottenuta per un aspirante vice ispettore della Polizia di Stato.

La giurisprudenza della Corte Europea considera discriminatorio il limite di età se non motivato da reali esigenze.

I differenti limiti di età per il personale civile, ma anche i previgenti limiti di età e la presenza di percorsi formativi che prevedono test fisici di ingresso consentono di dubitare della legittimità dei predetti limiti.

Condividi questo articolo