Il Ministero della Difesa aveva negato al Sottufficiale il rimborso delle spese legali in quanto, pur essendosi concluso il processo penale con sentenza di assoluzione piena, l'imputazione non sarebbe stata connessa all'assolvimento di compiti istituzionali. Il TAR adito ha annullato il provvedimento in questione, affermando che “i fatti imputati al dipendente sono stati commessi nell'esecuzione del servizio” e “sono direttamente riconducibili al servizio”.

Condividi questo articolo