Il T.A.R. Lazio con sentenza n. 5441/08 ha accolto il ricorso presentato da un Agente di Polizia Penitenziaria contro il provvedimento con cui l'amministrazione gli aveva negato il trasferimento ai sensi della legge 104/1992 da Monza a Reggio Calabria per assistere la madre handicappata. La motivazione posta dall'amministrazione a base del diniego è stata dichiarata dal tribunale infondata e, quindi, illegittima poichè “l'amministrazione non ha tenuto conto dell'applicabilità, nel caso di specie, della disposizione invocata; e(…) ha ignorato la piena efficacia dell'accertamento provvisorio dello specialista AUSL”.

Condividi questo articolo