Cassazione Civile, Sezione Lavoro, 18 maggio 2009 n.11417. Con la sentenza n.11417/09 la Corte di Cassazione, nel ribadire il principio per cui l'indennizzabilità degli infortuni sul lavoro incontra il limite del rischio elettivo, che si verifica solo in presenza di un comportamento abnorme ed estraeno alle finaltà produttive, ha statuito che non può essere considerato ipotesi di rischio elettivo l'atto volontario del dipendente che uscendo dalla sede di lavoro abbia imboccato non la strada principale ordinaria, ma una strada secondaria sconsilgiata da altro dipendente perchè pericolosa. La suddetta condotta, infatti, ad avviso della Corte, sia pur imprudente, non è del tutto estranea alle fnalità lavorative e non è risalente esclusivamente ad esigenze personali. Di qui l'indennizzabilità dell'infortunio.

Condividi questo articolo