vice ispettori della Polizia di stato in ambito sanitario

È stato pubblicato il bando di concorso per l’assunzione di 110 vice ispettori della Polizia di stato in ambito sanitario.

I 110 posti disponibili sono così divisi:

a) 96 infermieri

b) 4 tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro;

c) 5 fisioterapisti;

d) 1 tecnico di neurofisiopatologia;

e) 1 tecnico di radiologia;

f) 1 tecnico audiometrista;

g) 2 tecnici di laboratorio biomedico.

Per poter partecipare al concorso bisogna presentare la domanda entro il 20 marzo 2022.

La domanda per partecipare al concorso dovrà essere presentata utilizzando solamente il portale della Polizia di Stato.

Il Concorso prevede le seguenti fasi:

a) prova preselettiva, da svolgere nel caso in cui il numero delle domande di partecipazione sia complessivamente superiore a 5.000;

b) accertamenti psico-fisici;

c) accertamento attitudinale;

d) prova scritta;

e) valutazione dei titoli dei candidati che abbiano superato le prove precedenti;

f) prova orale.

Per poter partecipare al concorso sono richieste le seguenti lauree:

1) profilo infermiere: professioni sanitarie infermieristiche e professione sanitaria ostetrica (L/SNT-1);

2) profilo prevenzione sui luoghi di lavoro: professioni sanitarie della prevenzione (L/SNT-4);

3) profilo riabilitazione motoria: professioni sanitarie della riabilitazione (L/SNT-2);

4) profilo neurofisiopatologia: professioni sanitarie tecniche (L/SNT-3);

5) profilo radiologia medica: professioni sanitarie tecniche (L/SNT-3);

6) profilo audiometria: professioni sanitarie tecniche (L/SNT3);

7) profilo laboratorio analisi: professioni sanitarie tecniche (L/SNT-3);

Inoltre, è richiesta l’abilitazione all’esercizio della professione per la quale si è deciso di concorrere.

Se sei interessato a partecipare al bando ma non hai i requisiti o non hai superato una delle prove puoi contattare il nostro Studio e verificare se sussistono i presupposti per impugnare il bando o l’esclusione.

Lo Studio Legale Parente ha già ottenuto numerose pronunce favorevoli sia in relazione a concorsi per l’accesso ai corpi armati che prevedevano una disparità di trattamento o per mancato superamento di una o più prove.

Forte della enorme esperienza maturata negli anni, lo Studio Legale Parente è pronto ad aiutarti nella difesa dei tuoi diritti, compresa l’esclusione dal concorso. Chiamaci anche solo per un consulto. Il nostro Studio punta sempre al raggiungimento dell’obiettivo.

Contattaci: 06.42020421

Scrivici a info@studiolegaleparente.com

Condividi questo articolo