Il TAR Lazio con sentenza depositata il 3 giugno 2008 ha accolto il ricorso con cui l'Agente chiedeva il trasferimento ex lege 104/92 per assistere la madre disabile. Nell'ottobre 2007 il ricorrente ha incardinato un contenzioso dinnanzi al TAR poichè il Ministero pretestuosamente aveva negato il trasferimkento per carenza dei requisiti di continuità ed esclusività della assistenza prestata alla disabile. Lo studio legale ha dimostrato che il legame assistenziale è sempre stato saldo e continuativo essendoci stati ricorrenti distacchi presso la locale sede ministeriale.

Condividi questo articolo