Il TAR del Lazio ha annullato il provvedimento con cui il Ministero della Giustizia aveva rigettato l'istanza di riammissione in servizio di un poliziotto che era stato congedato a domanda per gravi motivi familiari oltre cinque anni prima. Secondo il Collegio giudicante, “l'apodittica fissazione, quale criterio, del solo superamento del detto periodo temporale sia illogica e in violazione del principio del buon andamento della pubblica amministrazione di cui all'art. 97 cost.”.

Condividi questo articolo