Consiglio di Stato, Sezione V, decisione 31 dicembre 2007 n. 6901″. La norma dell'articolo 5 del DL 10 novembre 1978 n. 702, convertito dalla Legge 8 gennaio 1979 n. 3, che dispone il divieto di assunzione in forme diverse da quelle del pubblico concorso e la nullità degli atti adottati in difformità da tale normativa, deve essere intesa come fondamento dell'impossibilità di accertare che il rapporto di pubblico impigo si è costituito, e ciò indipendenetemente dalla sussisstenza, in concreto, di quelli che sono stati definiti gli indici rivelatori del rapporto di lavoro subordinato, che hanno perduto rilevanza al fine specifico di tale accertamento; pertanto, tale normativa rende inattuabile la conversione del rapporto di lavoro a tempo determinato in rapporto di lavoro a tempo indeterminato per l'esistenza di una specifica disciplina contraria che esclude ogni riferimento alla diversa disciplina privatistica, che non può dunque trovare applicazione”

Condividi questo articolo