M.C. è un allievo del primo anno dell'Accademia Militare di Modena, escluso per inattitudine militare a seguito dell'irrogatoria di dieci giorni di consegna di rigore. Il giovane, infatti, si era assentato durante una cerimonia per recarsi alla toilette ed era stato così punito, subendo altresì una denuncia alla Procura Militare per il reato di disobbedienza. Dopo una strenua battaglia giudiziaria, giunta fino alla Cassazione penale, l'allievo è stato riammesso ai corsi dell'Accademia dal T.A.R. Lazio ed è oggi un ufficiale dell'Esercito. Si è provato, infatti, che l'assenza era dovuta a reali necessità fisiologiche e sono stati altresì svelati vizi procedurali, avendo l'Amministrazione proceduto in sede disciplinare nonostante vi fosse già un'imputazione, giungendo comunque conclusioni difformi da quelle degli Organi inquirenti.

Condividi questo articolo