L.R., giovane vfb della Marina Militare Italiana, ha ottenuto in proprio favore un'importante sentenza dai Giudici del T.A.R. del Lazio. Il militare, che aveva svolto eccellentemente il servizio in qualità di v.f.b., era stato però escluso dal transito in guardia di finanza, per un isolato episodio di assunzione di stupefacenti, risalente nel tempo. Rivoltosi allo Studio Legale Parente ha avuto ragione, ottenendo l'annullamento dell'atto amministrativo. Il giudizio sulle qualità morali non può infatti prescindere dalla persona nel suo complesso e da quanto di positivo è stato fatto in favore delle Forze Armate.

Condividi questo articolo