Il soggetto diverso da colui nei cui confronti è attivato il procedimento sanzionatorio non è titolare del diritto di accesso agli atti di tale procedimento. E' quanto ha stabilito il T.A.R. Lazio, Sezione III – Ter, con la sentenza 10-21 aprile 2008 n.3327, ribadendo il principio secondo cui la posizione del titolare del diritto deve collegarsi a un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente a una situazione giurididicamente tutelata e collegata al documento.

Condividi questo articolo