CONCORSO SCUOLA, PROCEDURA STRAORDINARIA E PRESUNTE ILLEGITTIMITA’.

Con Decreto Dipartimentale n. 510 del 23 aprile 2020 il Ministero dell’Istruzione ha indetto una Procedura Straordinaria, per titoli ed esami, per l’immissione in ruolo di personale docente della scuola secondaria di I e II grado per la copertura di complessivi 24.000 posti comuni e di sostegno (a cui se ne sono aggiunti 8.000 con il Decreto Rilancio).

Il concorso scuola è una  procedura straordinaria  bandita a livello nazionale ed organizzata su base regionale.

Ai sensi dell’art. 2,  la procedura straordinaria è riservata a coloro che tra gli AA.SS. 2008/2009 e 2019/2020 abbiano maturato 3 anni di servizio nelle scuole statali; per il sostegno è prevista la specializzazione.

Lo Studio Legale PARENTE, forte di una consolidata esperienza nelle procedure di selezioni pubbliche, ha individuato varie criticità nel concorso scuola.

Quindi, ha predisposto 7 RICORSI, da presentare al T.A.R. Lazio, ai quali è possibile aderire entro il 10 giugno 2020.

RICORSI ATTIVI

  • RICORSO n. 1: per i docenti che abbiano svolto servizio triennale nelle scuole secondarie “paritarie”, valutato utilmente nelle graduatorie d’Istituto, ma non ritenuto valido per l’accesso al concorso straordinario;
  • RICORSO n. 2: per i docenti precari che abbiano svolto servizio triennale negli enti di Istruzione e Formazione Professionale (IEFP) che assolvono l’obbligo scolastico, valutato nelle graduatorie d’Istituto, ma non ritenuto valido per l’accesso al concorso straordinario;
  • RICORSO n. 3: per i docenti precari che abbiano svolto un “servizio triennale a carattere misto”(statale, paritario, IEFP), valutato utilmente nelle graduatorie d’Istituto, ma non ritenuto valido per l’accesso al concorso straordinario;
  • RICORSO n. 4 (SOSTEGNO): per i docenti precaricon 3 anni di supplenze nelle scuole statali maturati, in tutto o in parte, prima dell’A.S. 2008/09, poiché è ritenuto valido solo il servizio espletato tra l’A.S. 2008/2009 e l’A.S. 2019/2020;
  • RICORSO n. 5 (SOSTEGNO): per gli insegnanti con servizio triennale svolto sul sostegno della scuola secondaria non specializzati, nella scuola secondaria statale o paritariaesclusi dal concorso straordinario sostegno, nonostante la partecipazione alla redazione del P.E.I.;
  • RICORSO n. 6 (SOSTEGNO): per gli “idonei non vincitori al TFA sostegno IV ciclo”, con servizio triennale specifico sul sostegno secondaria, “maturato senza specializzazione”;
  • RICORSO n. 7 (SOSTEGNO): per i docenti iscritti alle selezioni per l’accesso al V ciclo TFA sostegno: è ipotizzabile il ricorso per coloro che, alla data del 31 luglio 2020, non abbiano ancora svolto le prove di ammissione al V ciclo TFA sostegno ovvero le abbiano svolte e superate.

 

Le pre-adesioni saranno raccolte fino al 10 giugno 2020.

I ricorsi sono collettivi ed il costo della partecipazione è pari ad euro 150,00 a persona.

E’ possibile presentare anche un ricorso individuale; in tal caso, occorre prenotare una consulenza con gli avvocati dello studio.

 

Per informazioni, pre-adesioni e consulenze per ricorsi individuali:

info@studiolegaleparente.com

Tel. 06.42020421

Lo Studio Legale Parente ha sede in Roma, alla via Emilia, n. 81.

Condividi questo articolo