Un comandante di Stazione CC con all'attivo ben 23 anni di servizio, eccellente e pluridecorato, viene denunciato dal suo vice comandante per aver percepito indebitamente una somma pari ad € 180,00 per servizi non prestati. All'esito di un lumgo iter processuale, grazie all'attività investigativa svolta dallo studio, l'imputato è stato assolto in quanto “le attribuzioni economiche percepite dal (…) non possono ritenersi il truffaldino risultato di una sua fraudolenta e reiterata attività ingannatoria, ma costituiscono il corrispettivo a lui dovuto per servizi di istituto effettivamente prestati. (…) Appare pertanto equo che il (…) vada assolto dal reato a lui ascritto perchè il fatto non sussiste”

Condividi questo articolo