Con ordinanza n. 3568/2016 la C.R.I. è esautorata dai suoi poteri circa l'ammissione in servizio di un cliente dello Studio Legale PARENTE

Il Sig. P.P. tenta da anni l'ingresso in C.R.I., denegatogli per asserita carenza delle qualità morali e di condotta. Dopo avere ottenuto grazie all'intervento dei professionisti dello Studio Legale Parente, una sentenza di annullamento del provvedimento di esclusione, la C.R.I. ha opposto una pervicace resistenza, tentando di reiterare l'esclsuione. I successivi interventi dello studio hanno […]

Guida in stato di ebbrezza non necessariamente significa mancanza di qualità morali e di condotta per l’arruolamento in Guardia di Finanza.

Un caso di guida in stato di ebbrezza può non essere preclusivo dell’arruolamento nei Corpi di Polizia. G.A.Z. è un militare di comprovata professionalità. Vincitore del concorso in Guardia di Finanza, transita nelle seconde aliquote ai sensi dell’art. 2199 del C.O.M. All’atto della verifica sul mantenimento dei requisiti è tuttavia escluso per mancanza delle qualità […]

Con ordinanza n. 823/2016, militare dell'E.I. ottiene la reimmissione in servizio.

G.D.G., mentre era V.F.P.4., ha subito un grave infortunio in servizio, effettuando le previste attività di servizio. E' stato quindi immesso in servizio permanente perchè tale è beneficio è concesso a chi ha subito infortuni “per causa di servizio”. Il Ministero ha provato ad escluderlo, contestando la predetta dipendenza. Grazie all'intervento dei professionisti dello Studio […]

Giovane escluso dall'Arma per i limiti di età ottiene il decreto cautelare n. 945/2016

La battaglia è ancora lunga e sarà una pagina da scrivere. Il Sig. G.A., di anni 30, si è visto respingere dal sistema il proprio tentativo di avanzare istanza on line per partecipare al recente concorso per l'arruolamento in qualità di Carabiniere effettivo. Invoca la nota giurisprudenza comunitaria della Corte di Giustizia UE, Seconda Sezione, […]

Giovane ottiene l'arruolamento nei vigili del fuoco.

N.A. era stato escluso dall'arruolamento nei vigili del fuoco in servizio permanente, nonostante fosse impiegato da anni in qualità di discontinuo. Grazie all'opera dei professionisti dello studio legale PARENTE ha però ottenuto la sentenza n. 3004/2016, che ha escluso la sussistenza della causa di inidoneità posta alla base dell'esclusione.

Giovane escluso per tatuaggio dall'Arma ottiene la sospensiva dal T.A.R.

Il Sig. G.F. è stato escluso dal concorso indetto dall'Arma dei Carabinieri, che aveva ritenuto il proprio tatuaggio visibile. Non rassegnandosi e contestando il vestiario consegnatogli in sede di vestizione, l'articolata l'ha visto trionfare, ottenendo l'ordinanza n. 1330/2016 dal Giudice Amministrativo del Lazio.