Dopo una lunga battaglia giudiziaria il TAR ha riconosciuto illegittima la doppia esclusione di C.M. dall'arruolamento nel Corpo di P.P:

Finalmente dopo una dura battaglia legale il TAR Lazio ha riconosciuto C.M. idoneo all'arruolamento nel Corpo di P.P. Il ricorrente, infatti, era stato escluso una prima volta per superamento del limite di età e una seconda volta per mancanza dei requisiti di idoneità psico-fisica.Entrambe le determinazioni sono state dichiarate illegittime dal giudice che ha riconosciuto […]

Il giudice ha riconosciuto che la presenza di un tatuaggio non può costituire automaticamente una causa di esclusione dall'arruolamento nel Corpo di P.P.

Il TAR Lazio ha annullato gli atti con cui il Ministero della Giustizia aveva giudicato A.M. non idonea all'arruolamento per la presenza di un tatuaggio sull'avambraccio sinistro. Il giudice ha stabilito che “la Commissione medica non poteva fondare, così come ha fatto, il giudizio di inidoneità sulla semplice presenza di un tatuaggio in una zona […]

Riconosciuto ancora una volta il dirirtto all'elevazione del limite di età per l'assunzione nel Corpo di Polizia Penitenziaria

Dopo una battaglia giudiziaria durata circa tredici anni, P.A. ha visto riconosciuto il suo diritto all'elevazione del limite di età per un periodo pari all'effettivo servizio militare prestato come volontario.A causa dell'erronea determinazione con cui P.A. era stato escluso dall'arruolamento per aver superato gli anni 28, come previsto dal bando di concorso, il Ministero è […]

Il TAR del Lazio riconosce il diritto al risarcimento del danno e alla ricostruzione della carriera per la ritardata assunzione nel Corpo di Polizia Penitenziaria

Lo scorso 6 giugno 2012, il giudice amministrativo ha condannato il Ministero della Giustizia a risarcire un Poliziotto Penitenziario per i danni causati dal ritardo nella assunzione e a riconoscergli la medesima decorrenza giuridica attribuita ai colleghi nominati tempestivamente con la medesima procedura copncorsuale. In tale occasione il Ministero è stato altresì condannato al pagamento […]

Nei comparti Sicurezza, Difesa ed Esteri non si può procedere alla risoluzione anticipata dei rapporti di lavoro dirigenziali fino alla emanzazione di apposito D.P.C.M.

Il TAR Lazio ha annullato il decreto con cui il Ministero della Giustiiza aveva proceduto alla risoluzione anticipata del contratto di lavoro nei confronti di un proprio Dirigente Generale ai sensi dell'art. 72, comma 11, d.l. 112/2008. il Giudice ha rilevato che per i comparti Sicurezza, Difesa ed Esteri la disposizione di cui sopra non […]

Abrogata la circolare DAP in materia di trasferimenti legge 104/1992.

Il TAR Lazio ha accolto il ricorso presentato da un Poliziotto Penitenziario contro il provvedimento di diniego del trasferimetno per assistere la madre disabile, fondato sulla insussistenza del requisito di esclusività.Il Giudice ha chiarito che non è più necessario il citato requisito in quanto la riforma normativa ha inteso soltanto riconoscere i benefici di legge […]

Nuova vittoria legge 104/1992.

Anche il TAR Campania ha riconosciuto che l'art. 24 della legge 183/2010 nel riformare l'art. 33 della legge 104/1992 ha eliminato i requisiti di continuità e di esclusività. La Pubblica Amministrazione, pertanto, deve concedere il trasferimento al familiare che si occupa del disabile, senza poter pretendere, viceversa, la dimostrazione della sussistenza di continuità ed esclusività.